CASTELLO IMMOBILIARE DI ALBERTO BATISTINI

Rif 37

Foto ID 5058049 Foto ID 5058050 Foto ID 5058051 Foto ID 5058052 Foto ID 5058053 Foto ID 5058054 Foto ID 5058055 Foto ID 5058056 Foto ID 5058057 Foto ID 5058058 Foto ID 5058059

Descrizione

Casetta su 2 livelli di 45 mq per piano più magazzino di 26mq. La casa è libera su 3 lati ed è cosi composta: al piano inferiore ingresso su soggiorno con angolo cottura ricavato nel sottoscala. Al piano superiore ampio disimpegno una camera grande, un bagno e un lungo balcone. La casa si trova nel centro della frazione Tonengo di Mazzè. Nessuna spesa di agenzia. A.C.E. N.C. - I.P.E. 846,87 kWh/m2 anno



Mazzè (massè in piemontese) è un comune di 4. 177 abitanti della provincia di Torino attraversato dal fiume Dora Baltea. Centro noto per l''antico castello situato su Colle San Michele e affacciato sull''ampia ansa della Dora Baltea che scorre ai piedi della rupe. Il toponimo della località posta ai confini occidentali del Canavese ha origini ancora da chiarire; due sono al momento le possibili ipotesi: La prima è legata al ritrovamento nella pavimentazione della chiesetta dedicata ai Santi Lorenzo e Giobbe, antica parrocchiale di Mazzè, di una lapide funeraria di epoca imperiale dedicata ad un Seviro [ il sevirato rappresentava una sorta di carica municipale (magistratura), nell''ambito del culto legato all''imperatore ], Macionis è il nome che si legge sulla lapide, che avrebbe fornito, con le varie modifiche maturate nel tempo, la base all''attuale denominazione del luogo. La seconda ipotesi sposterebbe l''origine del nome ad epoca celtica, ricordiamo che gli antichi abitanti del territorio prima dell''arrivo dei romani erano di origine celto-ligure; il vocabolo celtico sarebbe stato Mattiacu. Giandomenico Serra insigne studioso di cultura e tradizioni canavesane nonché glottologo nel suo libro Contributo toponomastico alla Descrizione delle Vie Romane e Romee nel Canavese confermerebbe questa teoria, facendo derivare il termine da Mattiaca, la divinità celtica della guerra e dell''oltretomba e signora dei guadi, nota in Irlanda con l''appellativo di Morrigan (nome a noi noto nella traduzione di "morgana"). A sostenere tale teoria vi è anche il fatto che a Mazzè vi era in antico l''unico guado praticabile sulla Dora Baltea verso la pianura vercellese, a meno di non voler transitare da Ivrea proseguendo poi verso il Lago di Viverone.



Il territorio del Comune di Mazzè comprende 3 frazioni, Tonengo, Casale e Barengo e confina con i comuni di Caluso, Candia Canavese, Chivasso, Cigliano (vc), Moncrivello (vc), Rondissone, Villareggia e Vische. Il Santo patrono è la Madonna dell'' Assunta che si festeggia il 15 Agosto. Di particolare interesse oltre al già citato Castello sono da visitare il centro storico, la chiesa Parrocchiale dei ss. Gervasio e Protasio, la chiesa di San Rocco, la chiesa di Santa Maria "la Madonnina", la già citata chiesetta dei ss. Lorenzo e Giobbe e la Chiesa di San Francesco nella frazione Tonengo.



Saremmo lieti di ricevere una Vs. Telefonata al n. 348-0902491 di Alberto Batistini per fornirvi ulteriori informazioni o per farvi visitare la proprietà e Vi ringraziamo per l'' attenz

Dettagli

Rif: 37
Prezzo: € 36.000
Provincia: Torino
Comune: Mazze'
Zona: Tonengo
Indirizzo: Via Angelo Boero 37
Superficie: 90 mq
Vani: 2
Camere: 1
Bagni: 1
Classe energetica: G (DL 192/2005)
EPI: 846,87 kwh/m2 anno
Riscaldamento: inesistente
Condizioni: da ristrutturare